SAN MAURO Senza mostrare alcun tipo di sudditanza psicologica nei confronti di chi è indicato nell’ambiente in maniera quasi unanime come “formazione da battere” per questa stagione e “candidata come minimo ai playoff”, il Sant’Anna ha il grande pregio di giocare alla pari con l’Alto Canavese e il difetto di sciupare qualcosa nei momenti chiave per dare ancora più noia ai cuorgnatesi, ma rafforzando autostima e consapevolezza in vista del resto del campionato. Usai conferma fiducia all’assetto tattico della positiva partita d’esordio con Acqui: Stupenengo in regia in diagonale con Fumagalli, Aimone e Sangermano al centro, di banda Salvatico e Robazza con Tanga libero (come al solito spazio anche per i giovani Ichino e Tamburro in corso di gara), mentre Pagano e Vajra vengono centellinati subentrando a seconda delle necessità, specie a fine gara. L’avvio dei biancorossi è aggressivo e concentrato e sorprende un ACV che non mostra identica brillantezza a gestire i primi palloni della partita. Fumagalli e Salvatico portano a +3 gli ospiti (1-4), un muro di Robazza spinge il vantaggio biancorosso ancora più avanti (2-6). La reazione biancoblu non si fa però attendere e i canavesani erodono rapidamente il margine fino a impattare a 9 con un ace di Carlevaris. Il set entra in una fase di stallo che si sblocca sul 13-16. Un parziale di 4-0 sembra ribaltare l’inerzia del set portando la squadra di casa 21-20. Lo strappo decisivo è dei biancorossi che spiazzano Bolla e compagni scattando grazie a Fumagalli e Robazza da 22-22 a 22-25. La squadra di coach Matteotti reagisce d’orgoglio nel secondo parziale: è ancora il turno al servizio di Carlevaris a procurare noie ai biancorossi e a portare a 6 i punti di vantaggio in avvio (9-3). Gli ospiti rispondono su servizio di Aimone e con Fumagalli richiudono il buco (9-7). Il margine nonostante l’impegno dei sanmauresi resterà però costante per il resto del set. Determinante per i canavesani l’allungo sul 23-18 (da 20-18), quando il Sant’Anna stava per concludere l’aggancio e parziale chiuso da una palla out che fissa il punteggio sul 25-20. Riportata su un piano d’equilibrio la partita vive due set giocati sulla capacità di incassare e rispondere da parte delle due formazioni che alzano il proprio livello di gioco, specie nella correlazione muro-difesa, mantenendo dall’inizio fino al termine un’incertezza totale. Sembra definitivo e decisivo il break biancoblu che vale il +3 (23-20) su due imprecisioni biancorosse (invasione e attacco out). Un ace di Robazza permette il riaggancio agli ospiti (23-23), che conquistano con Salvatico (ottima partita e autentica spina nel fianco dei canavesani) anche un set point sul 25-26. Menardo allontana il pericolo (26-26), restituendo convinzione ai padroni di casa che si portano avanti nel conto dei parziali fissando il punteggio sul 28-26. La ricerca di un altro punto da mettere in classifica da parte del Sant’Anna è decisa e porta gli ospiti a spingere forte fin dai primi scambi del quarto parziale e allungare 3-6 con un servizio di Stupenengo. Le distanze si riducono fino ad annullarsi sul 10-10 e a spostare l’inerzia sul 12-10 al termine di un parziale di 5-1 dei padroni di casa. Due punti consecutivi di Salvatico riportano a contatto il Sant’Anna sul 13-13. Decisivo lo sbandamento nel finale con due invasioni rilevate dall’arbitro che permettono ai canavesani di portarsi 22-19. La risposta è ancora di carattere e riduce lo svantaggio a una lunghezza con Salvatico, ma nelle ultime due azioni è Bolla a incaricarsi di spingere i suoi al 3-1.

IL TABELLINO

ALTO CANAVESE VOLLEY     3
SANT’ANNA TOMCAR 1
(23-25; 25-20; 28-26; 25-22)
Arbitri: Strippoli, Virgillito
ALTO CANAVESE: Carlevaris 2, Avalle 15, Giacobbo 5, Spinello 4, Bolla 26, Menardo 19, Sansanelli (L); Crosasso n.e., Grosjacques n.e., Randone (L2) n.e., Merlet n.e., Argilagos n.e., Bertoni. All. Matteotti.
SANT’ANNA: Stupenengo 4, Fumagalli 17, Aimone 5, Sangermano 13, Robazza 13, Salvatico 16, Tanga (L); Scavetta n.e., Vajra 1, Pagano, Ichino, Tamburro n.e., Gecchele (L2) n.e. All. Usai

Condividi questo articolo!