SAN MAURO Con un’ottima prova di squadra un Sant’Anna quasi perfetto in ogni fondamentale inceppa la temibile diagonale Di Noia-Daolio rischiando qualcosa solo a metà terzo set quando gli ospiti riescono a riportarsi 17-17 dopo aver inseguito sul 17-12. Ma la serata è di quelle speciali e i biancorossi non si fanno impressionare chiudendo in volata. Quasi impossibile scegliere un MVP, ma se proprio ci si vuole esercitare non può passare inosservata la prova di Bernardi che chiude con 21 punti e 4 muri. Proprio dalla fase muro i sanmauresi costruiscono il loro successo con 11 palle a terra contro le 2 degli avversari, che pagano anche una ricezione poco efficace. L’equilibrio iniziale si rompeva sul 5-3 di Giraudo. Caronno recuperava 6-6 con un muro di Gambardella. Un ace di Graziana apriva sull’11-9 la seconda parte di set e dava lo slancio ai biancorossi per portarsi 15-11. Daolio e un servizio di Laneri riavvicinavano ancora i lombardi. Giraudo scaccia il pericolo e i padroni di casa accelerano con tre punti consecutivi di Graziana fino al 22-16. Ancora Graziana (vero dominatore nel finale) realizza l’ace del 24-17, seguito dal muro di Ciavarella che sigla l’1-0. Si riparte con Feltri che rileva Ravasi inserendo Pierangeli al centro. I sanmauresi non rallentano il passo e dall’8-8 si passa a 12-8 con Vajra ferma Daolio, seguito a ruota da Graziana e Bernardi in attacco. Un fallo in palleggio di Di Noia chiude il parziale di 4-0 dei biancorossi. Ancora, è nella seconda metà del set che il Sant’Anna mette al sicuro il risultato passando da 17-14 a 23-15 quando i biancorossi sbarrano la strada agli attacchi avversari con due muri di Graziana e Bernardi (che blocca Daolio). Tutto è apparecchiato per il 2-0 che giunge nel giro di due azioni di nuovo con Ciavarella per il 25-18. Schermaglie aprono il terzo parziale nel quale il Sant’Anna trova il primo break 8-6, difeso fino al 10-9. Una schiacciata di Graziana e un muro di Ciavarella firmano il +4 (13-9). Le distanze restano invariate fino al 17-12 siglato da un errore in battuta ospite. L’ingresso in battuta di Daolio, che rinuncia al servizio di potenza in favore una inattesa float, mette in difficoltà i padroni di casa che impiegano tempo a trovare contromisure. Caronno impatta a 17 e la partita diventa un testa a testa nel quale prevale il Sant’Anna. Gli ospiti riescono ancora a rientrare 22-22 (da 22-20), ma è ancora Ciavarella (che mette la firma sul finale di tutti i set) a decidere. Prima in attacco e poi con un servizio, successivo al timeout di coach Feltri, che viene spigolato dalla linea di ricezione varesina.

IL TABELLINO

SANT’ANNA TOMCAR 3

ETS INTERNATIONAL CARONNO PERTUSELLA 0

(25-17; 25-18; 25-23)

Arbitri: Alessio Barbagallo, Matteo Trinchero

SANT’ANNA: Vittone 1, Bernardi 21, Giraudo 9, Vajra 7, Ciavarella 11, Graziana 14, Pagano (L); Robazza n.e., Tanga (L2)n.e., Carlevaris, Sangermano n.e., Mura, Fumagalli n.e. All. Simeon

CARONNO P.: Di Noia 1, Daolio 21, Gambardella 3, Ravasi 3, Lella 6, Laneri 8, Altamura(L); Grisi, Graziani n.e., Quaglio 1, Pierangeli 1, Maiorano n.e. All. Feltri

Condividi questo articolo!