Il SANT’ANNA TOMCAR esce sconfitto al tie-break dal turno casalingo contro lo Zephyr Mulattieri, non riuscendo a concretizzare il doppio vantaggio acquisito. Una rimonta che brucia soprattutto per come si è concretizzata, con i ragazzi allenati da coach Usai che proprio nel momento più importante si bloccano a pochi metri dalla linea del traguardo senza saper trovare le giuste contromisure per portare a casa la vittoria.

Usai e Vestita mandano in campo il SANT’ANNA TOMCAR con il consolidato sestetto iniziale che vede Stupenengo in regia e Fumagalli opposto, Salvatico e Sportelli schiacciatori, Sangermano e Cefaratti centrali e Tanga libero.

Lo ZEPYHR guidata da coach Marselli risponde con Grassi al palleggio e Bottaini opposto, Magnani e Facchini schiacciatori, Ruffo e Nannini al centro con Ruggeri libero.

Nella prima frazione lo ZEPYHR part forte e si porta subito avanti facendo valere un cambio palla solido e una attenta fase break. Il SANTANNA TOMCAR fatica a trovare le contromisure e per rientrare in partita sfrutta il turno al servizio di Stupenengo che con 2 ace ed altrettanti servizi positivi, aiuta i Santi a ricucire lo svantaggio.
Gli spezzini scappano di nuovo ma si arrestano nuovamente su un turno di battuta dei Santi: questa volta e capitan Fumagalli a mettere sotto pressione la linea di ricezione avversaria, costringendo Grassi a scelte forzate e dando la possibilità al muro biancorosso di fermare gli attacchi ZEPYHR. Marselli sostituisce Facchini con Calcagnini, ma la musica non cambia ed il SANTANNA TOMCAR porta agevolamene a casa il set con il parziale di 25-21, grazie ad un muro di Cefaratti proprio sul nuovo entrato.

Il secondo set inizia nuovamente con lo ZEPHYR in avanti grazie a due muri rispettivamente su Salvatico e Fumagalli. Lo 0-3 iniziale non spaventa i Santi che riprendono subito gli avversari sul 3-3 continuando a mettere sotto pressione la loro ricezione. Sul 14 -11 coach Marselli chiama time-out ma l’effetto sortito non è quello sperato ed i biancorossi approfittano della scarsa vena in attacco degli avversari per allungare ancora. Usai butta nella mischia Garrone al posto di Stupenengo per alzare il muro e lo lascia in campo per sfruttare il suo servizio.
Il giovane palleggiatore (classe 2004) si fa apprezzare anche per alcune ottime giocate e guida la squadra fino al 22-17. Sul finale del set spazio nuovamente a Stupenengo che conduce i suoi fino al definitivo 25-19, per il 2-0.

Nel terzo parziale coach Marselli inserisce Calcagnini al posto di Facchini e la mossa paga. Lo ZEPHYR trova equilibrio in ricezione e riesce a conservare contatto nel punteggio con i biancorossi per tutta la prima parte del set. I Santi invece di mordere e chiudere la pratica, si permettono qualche errore gratuito di troppo ed alla prima occasione lo ZEPYR li punisce. Sul punteggio di 16 pari i ragazzi di Usai si bloccano, come successo nella gara contro Chieri, e non riescono ad uscire da una rotazione. Il primo cambio palla avviene con gli spezzini avanti 23-16, ed il margine per un possibile recupero è praticamente inesistente. Grassi e compagni non perdono tempo e chiudono la pratica sul 25-18, riaprendo di fatto la partita.

Il quarto parziale vede i biancorossi reagire e dopo alcuni buoni scambi portarsi sul 5-3 ma, come successo nel terzo parziale, lo ZEPHYR riesce a fermare per 7 punti consecutivi i Santi nella stessa rotazione e Usai si vede costretto a consumare entrambe i time-out nell’arco di pochi minuti.
All’uscita dal secondo tempo discrezionale la squadra reagisce e comincia una rimonta lenta ma costante che porta il SANTANNA TOMCAR, grazie anche all’ottimo ingresso di Canto e Garrone, ad impattare sul 22-22. I Santi mettono anche la testa avanti con uno splendido attacco di Fumagalli, e sull’azione successiva proprio Canto difende un pallone attaccato da Magnani, ma il contrattacco di Salvatico non ha fortuna e si infrange sull’asta. Dal possibile 24-22 si va 23-23 e Grassi punisce i biancorossi dalla linea del servizio con un ace diretto.
Set point ZEPHYR trasformato da Bottaini dopo due ottime difese su Fumagalli: 2-2 e tie break.

Il quinto set vede gli spezzini rinfrancati dalla rimonta mentre i padroni di casa accusano il peso della rimonta. Allo ZEPHYR riesce tutto, mentre l’attacco dei Santi stenta e anche l’ottimo Fumagalli che ha trascinato i suoi per gran parte del match, mostra un fisiologico calo. E’ un tiebreak senza troppa storia con lo ZEPHYR che cambia campo 8-4 e senza troppi intoppi e patemi conduce in porto la rimonta chiudendo 15-10, sfruttando gli errori dei ragazzi di Usai.

Per il SANT’ANNA una sconfitta difficile da digerire, che mette in evidenza l’incapacità di concretizzare quanto di buono i ragazzi di Usai/Vestita riescono a costruire in alcuni tratti della gara.
Onore allo ZEPHYR che ha creduto nella rimonta ed alla fine ha meritatamente portato a casa la vittoria.

SANT’ANNA TOMCAR – ZEPHYR MULATTIERI 2-3 (25-21, 25-19, 18-25, 23-25, 10-15)
Muri 16-7
Ace 7 (14 errori) – 4 (6 errori)

SANT’ANNA TOMCAR
Stupenengo 3, Fumagalli 25 (K), Sportelli 9, Salvatico 9, Sangermano 18, Ceffaratti 7, Canto 1, Robazza Garrone 2, Bruschi, Galantino, Bonadè, Tanga (L), Lanza (L).
Coach: Usai – Vestita

ZEPHYR MULATTIERI
Grassi 3 (K), Bottaini 15, Magnani 22, Facchini, Calcagnini 8, Ruffo 8, Nannini 12, Menini, Gori, Sisti, Conti, Orsini, Ruggeri (L), Vescovi (L).