SAN MAURO Cerca di rialzare la testa il Sant’Anna dopo due gare decisamente sottotono e almeno torna a vincere set (per una vittoria piena o parziale bisogna ancora attendere), ma si nota una leggera inversione di tendenza sulla quale lavorare per migliorarsi. Pur senza Bolla (rilevato da Argilagos) l’Alto Canavese risulta avversario molto solido e difficilmente arginabile per i sanmauresi, che mettono a referto due giovani del vivaio come Bruschi e Di Martino per rilevare gl’infortunati Tanga e Ichino. L’inizio non è però dei più promettenti e i biancorossi sembrano faticare a scrollarsi di dosso le incertezze delle ultime settimane, scivolando velocemente 1-6 con Argilagos dal servizio a stuzzicare ripetutamente la ricezione dei padroni di casa. Di fatto per i biancoblu è il capitale che una volta messo in banca fa fruttare interessi per la parte restante del set, nonostante il Sant’Anna riesca a recuperare buona parte dello svantaggio nel finale dopo essere stata sotto anche 9-16. Con pazienza i sanmauresi si portano a -3 (18-21) ma gli ospiti non concedono ulteriori spiragli chiudendo 20-25. Un incisivo Fumagalli in attacco e un solido Sangermano a muro suonano la riscossa biancorossa nel secondo parziale, che si sblocca sul 9-6 con due muri consecutivi proprio di Sangermano, dopo un avvio equilibrato. Il Sant’Anna difende il margine nonostante un Alto Canavese molto attento in difesa sulle direzioni d’attacco dei padroni di casa, che con Stupenengo allargano il divario fino al +5 (16-11). Ulteriore accelerazione sanmaurese nel finale approfittando del momento di difficoltà biancoblu in attacco (palla out di Avalle). I cuorgnatesi non sono ancora pronti ad issare bandiera bianca e rientrano 17-20, ma il finale è sanmaurese alla terza palla set (22-25). La replica di carattere degli ospiti e un calo di concentrazione della squadra di Usai spengono velocemente le speranze di un set combattuto, messo anzi in discesa da Carlevaris e soci già sul 4-8, distacco ampliato ulteriormente sul 9-15, rendendo ininfluente di fatto ogni possibile tentativo di recupero dei padroni di casa che cedevano con un netto 18-25. Usai cambia leggermente formazione nel quarto set con l’innesto di Vajra al centro e di Pagano libero. Il Sant’Anna mentiene per buona parte del parziale il passo degli avversari, lottando quasi alla pari, ma senza riuscire a ribaltare del tutto l’inerzia dopo il break canavesano che porta il tabellone sull’8-12. I biancorossi si riportano vicini (13-15 e 16-18) prima con Vajra e poi con Robazza ma non chiudono del tutto lo strappo e permettono all’Alto Canavese di allungare proprio nel momento più delicato 20-24. Vajra e Fumagalli provano ancora a risalire la china (22-24) ma Avalle mette a terra la palla dell’1-3.

IL TABELLINO

SANT’ANNA TOMCAR 1
ALTO CANAVESE VOLLEY 3
(20-25; 25-22; 18-25; 22-25
)

Arbitri: Turconi, Tersigni
SANT’ANNA: Stupenengo 1, Fumagalli 12, Aimone 6, Sangermano 13, Robazza 10, Salvatico 12, Gecchele (L); Scavetta n.e., Vajra 6, Pagano (L2), Tamburro 2, Bruschi, Di Martino All. Usai
ALTO CANAVESE: Carlevaris 2, Avalle 23, Giacobbo 13, Marchese 6, Argilagos 18, Menardo 13, Sansanelli (L); Diemoz n.e., Arbaney, Bolla n.e., Crosasso, Randone (L2) n.e., Merlet n.e., Bertoni. All. Matteotti.