SAVIGLIANO Nello scontro di bassa classifica tra formazioni in cerca di riscatto e di punti dopo un avvio senza successi, la spunta un più solido ed esperto Savigliano, che s’impone a un Sant’Anna tenace ma poco incisivo in attacco, a causa anche dell’assenza di Fumagalli. L’opposto biancorosso è infatti uscito un po’ acciaccato dalla trasferta di Cuorgnè e lo staff ha preferito non rischiarlo nel secondo viaggio di fila lontano da San Mauro. Tamburro ha avuto la sua occasione partendo nel sestetto titolare non facendo mancare l’impegno ma la differenza di esperienza a questi livelli è stata percepibile. Savigliano denota ancora qualche titubanza della quale gli ospiti non riescono ad approfittare del tutto, specie per i primi due set, mentre nel terzo si delineano con più nettezza le distanze tra le due formazioni. Avvio difficile per i sanmauresi che faticano a ri-trovare i giusti equilibri in campo, scivolando rapidamente 7-2. Pazientemente e sfruttando diverse imprecisioni avversarie, il Sant’Anna erode il vantaggio saviglianese e chiude il buco con un break che porta il punteggio da 12-8 a 13-13, puntando sui colpi di Salvatico e Robazza in prima linea e Sangermano a muro. Gonella dai 9m mette in difficoltà la linea di ricezione ospite e spinge i locali a +3 (16-13). Sant’Anna raccoglie due errori di Dutto e va a segno con Robazza per il 16-16. Un muro di Gonella chiude la strada al primo tempo di Aimone (21-20), cui segue l’errore di Dutto che lascia inalterata l’inerzia. Solo nel finale un cedimento del Sant’Anna apre il varco decisivo per i padroni di casa che colpiscono con Bossolasco e Dutto (servizio vincente) per il 25-23 che chiude il primo parziale. I biancorossi iniziano ancora incerti il secondo set (6-2), recuperando poco dopo con Salvatico, Stupenengo e un muro di Aimone (7-6). Tamburro tiene in scia gli ospiti (8-7), che impattano a 9 con un ace di Salvatico. I biancorossi prendono piano piano fiducia, tengono testa a Savigliano con una difesa attenta e si costruiscono le opportunità di portarsi in vantaggio per la prima volta con Sangermano (11-13). Resta però il difetto di una certa fragilità complessiva, che permette alla formazione di Bonifetto di compensare rapidamente e sfruttare due errori biancorossi per il 15-14. Dal 18-18 però l’inerzia svolta bruscamente verso Vittone e compagni. L’ingresso di Cravero per la battuta consente lo strappo sul 21-18 che il Sant’Anna non recupera più, fermandosi sul 25-20 nonostante gli innesti di Ichino, Scavetta, Pagano e Vajra. Nel terzo set prevale lo scoramento e una sfiducia complessiva nel campo ospite, che facilita il compito a Savigliano che accelera 11-5 e non trova resistenza apprezzabile fino al conclusivo 25-21, grazie a un’attenta gestione del vantaggio.

IL TABELLINO

VOLLEY SAVIGLIANO   3
SANT’ANNA TOMCAR 0
(25-23; 25-20; 25-21)
Arbitri: Roncati, Gallazzi
SAVIGLIANO: Vittone 2, Ghibaudo 13, Gonella 7, Ghio 9, Bossolasco 8, Dutto 11, Gallo (L); Garelli n.e., Caula n.e., Rabbia (L2)n.e., Marocco n.e., Bergesio n.e., Manca n.e. All. Bonifetto.
SANT’ANNA: Stupenengo 3, Tamburro 7, Aimone 6, Sangermano 9, Robazza 6, Salvatico 10, Tanga (L); Scavetta, Vajra, Pagano, Ichino 1, Fumagalli n.e., Gecchele (L2) n.e. All. Usai