SAN MAURO Decisivo passo avanti in classifica del Sant’Anna, che risponde al punto strappato da Codogno al Cus Genova (e che per qualche ora aveva fatto scivolare di nuovo i sanmauresi in zona rossa) vincendo con Milano in una situazione non facile. Gli strascichi disciplinari seguenti al finale con Novi hanno fermato Pagano per due giornate, insieme a Robazza e Usai (una a testa). Serviva dunque una risposta tecnica e di carattere di fronte a una formazione giovane e decisamente atletica come Milano, che desse continuità alla buona prestazione di fine girone d’andata. Spazio, dunque, a referto per i giovani Ichino e Bonadè Bottino, mentre resta immutato il sestetto base. I biancorossi allungano fin da subito, grazie al muro di Sangermano (4-2). Milano ricuce (5-5) ma viene ancora staccata 9-6 da un servizio vincente di Gunetto. Due errori consecutivi dei biancoblu allargano il distacco sul 12-8. L’attacco dei “diavoletti” funziona a intermittenza come conferma il modesto 12% di efficienza a fine gara, risultando uno dei più grossi limiti della formazione di coach Morato nella serata sanmaurese. Conquistato un margine di garanzia i padroni di casa controllano l’inerzia, aumentando il distacco prima con Gunetto a muro (15-10), poi con Vajra (21-14). Chiude per l’1-0 Sangermano fermando l’attacco avversario (25-17). Con l’innesto di Biffi nel secondo parziale, gli ospiti riescono a restare al passo dei biancorossi con maggior continuità, pur senza mutare l’inerzia della gara. Le squadre si alternano ripetutamente alla guida del set. Altalena che si ferma quando tre punti in serie di Sangermano permettono al Sant’Anna di creare il distacco che si rivela poi decisivo nell’economia del parziale, portando i biancorossi 14-10. Un muro di Orlando permette agli ospiti di rientrare (14-13), ma i sanmauresi mantengono un margine costante di 3/4 lunghezze fino al termine (21-17) e all’attacco di Sangermano che fissa il 2-0. Nel terzo le resistenze milanesi calano definitivamente: prevale il nervosismo e tre errori in serie permettono ai biancorossi di issarsi 5-1 obbligando Morato al timeout. Due ace di Stupenengo valgono il +5 (8-3). Bosio replica dai 9m per il 14-8, che lancia il Sant’Anna verso il traguardo tagliato di slancio sul 25-17

IL TABELLINO

SANT’ANNA TOMCAR 3
POWERVOLLEY MILANO 0
(25-16; 25-21; 25-17)
Arbitri: Turco, Viale
SAN MAURO: Stupenengo 2, Bosio 12, Vajra 8, Sangermano 11, Gunetto 8, Salvatico 8, Tanga (L); Giraudo n.e., Tamburro n.e., Gecchele (L2) n.e., Ichino n.e., Bonadè Bottino n.e., Delle Piaggi n.e., Fumagalli n.e. All. Usai-Mesturini
MILANO: Bonacchi, Meschiari 9, Eccher 2, Orlando 5, Lancianese 8, Salvador 5, De Luca (L); Iacono n.e., Pellegrinelli, Fasanella, M.Compagnoni 1, Colombo (L2) n.e., Biffi 1, F.Compagnoni 3. All. Morato