CODOGNO Appuntamento di nuovo rimandato con la seconda vittoria stagionale per il Sant’Anna che, nella prima delle tre sfide (Codogno, Saronno, Bresso) per la salvezza, esce comunque dal PalaCampus con un punto. Vi è più di qualche rammarico però, dato il buon primo set (come avvenuto con Malnate la settimana prima) e il vantaggio di 1-2 a inizio quarto set. Non bastano il predominio a muro (17 a 2) e i 21 punti di Bosio (6 muri a chiudere la serata) per strappare i tre punti a una squadra più ordinata nei momenti chiave. In avvio poco spettacolo, tanti errori frutto della tensione in campo. Le indecisioni penalizzano maggiormente i padroni di casa che accusano il break biancorosso da 6-7 a 6-11 con errori punto di Bertuzzi e Seveglievich. Gli ospiti controllano la fase di cambio palla con efficacia fino al 12-16, quando vedono i codognesi rifarsi sotto 14-16 con due punti consecutivi di Lupi. Inizia un tira e molla tra le due formazioni che però vede sempre i rossoblu fermarsi sulla soglia del -2 fimo ai punti decisivi di Vajra che porta il Sant’Anna al cambio di campo sul 22-25. Bruni dal secondo parziale un Seveglievich piuttosto impreciso in ricezione con Durante, che da maggior equilibrio a Codogno e le distanze tra le formazioni si fanno decisamente più rarefatte. Non vi sono strappi degni di nota e si viaggia su binari affiancati fino al 22-22. Sono Lupi e Durante a realizzare il sorpasso quando non vi è più margine per recuperare l’errore sul 24-22. Vajra annulla il primo set ball ma al secondo Codogno raggiunge la parità. Nel terzo è il Sant’Anna a conquistarsi una superiorità crescendo progressivamente col passare dei minuti. Prima spezzando l’iniziale incertezza sul 7-9, poi spingendosi 11-17, spinta dai muri di Vajra, Sangermano e Bosio e dagli attacchi di Gunetto. Codogno dimezza il margine risalendo 19-22 ma troppo tardi e i biancorossi fissano l’1-2 con Sangermano. Invece di sfruttare cinicamente il vantaggio per chiudere la partita, gli ospiti paiono rallentare la spinta, lasciando aperto uno spiraglio nel quale la squadra di Bruni è veloce a inserirsi. Seveglievich (tornato in campo a inizio set) e Hueller realizzano l’allungo che porta Cappuvolley 12-10, confermato sul 17-14 e 20-16. Il Sant’Anna fatica a riorganizzarsi, scivolando fino a -7 (24-17), quando è il regista di casa a mandare tutti al quinto (25-18). Al tiebreak i biancorossi si presentano eccessivamente remissivi, incassando da subito il 4-0 che carica i lodigiani e non consente recupero successivo. I punti di vantaggio dei locali diventano anche 6 sul 10-4, obbligando i sanmauresi ad accontentarsi della parte più piccola nella divisione della posta

IL TABELLINO

CAPPUVOLLEY 2020 3
SANT’ANNA TOMCAR 2
(22-25; 25-23; 21-25; 25-18; 15-8)
Arbitri: Fumagalli, Gallazzi
CODOGNO: Hueller 5, Lupi 20, Marazzi 6, Bertuzzi 6, Seveglievich 9, Binaghi 18, Zoadelli (L); Boiocchi, Giglioli (L2) n.e., Pontoglio 1, Durante 10, Debiasi. All. Bruni
SAN MAURO: Mosso 1, Bosio 21, Vajra 14, Sangermano 12, Gunetto 8, Robazza 10, Tanga (L); Stupenengo, Giraudo n.e., Tamburro, Pagano n.e., Gecchele (L2), Fumagalli 1. All. Usai-Mesturini