ROMAGNANO SESIA Importante, ma non ancora decisivo passo avanti verso la salvezza del Sant’Anna, capace di sfruttare il turno esterno contro il già retrocesso Romagnano per staccare Saronno, impegnato nel derby varesino con Caronno, in una partita dall’esito meno scontato di quello che il 3-1 finale per Canzanella e compagni illustra. Nell’ultima giornata le parti si ribalteranno e servirà tutto l’impegno e la determinazione dei biancorossi per conquistare contro Savigliano quel punto che significa salvezza certa, mentre gli amaretti ospiteranno un Busto desolatamente ultimo. Per tutto il primo set Mosso e compagni lottano contro la tensione di dover rispettare il pronostico, faticando a liberarsi dai lacci emotivi di una partita da vincere senza possibili alternative. Gli ospiti faticano a entrare in partita come dimostra l’iniziale 5-2 messo a segno su servizio di Sganzetta, sostenuto in prima linea da Turcich e Guala. Due attacchi di Giraudo propiziati da un turno in battuta puntuale di Vajra riportano in equilibrio il punteggio (6-6), iniziando un lungo testa a testa che non trova soluzione fino al 24-23 di Turcich. Vajra annulla il potenziale 1-0 mettendo la palla vicino alla linea, replicando a muro per il 24-25. Ancora a muro il Sant’Anna, con Ciavarella ferma Turcich scacciando ogni timore per il definitivo 24-26 che porta i sanmauresi 0-1. Nel secondo crollano gli argini sesiani, specie in ricezione, fondamentale che entra in chiara difficoltà specie sui turni in battuta di Giraudo e Mosso, alimentando i muri dello stesso Mosso e Vajra per il provvisorio 0-7 prima e il +10 (4-14) successivamente. Nel finale i biancorossi, sul +12 (7-19) gestiscono le energie chiudendo 25-16 su errore al servizio di Silvestrini. Coach Arpone ribalta la formazione nel terzo set inserendo Silvestrini in regia opposto a De Matteis, con Zinetti al centro e l’ex biancorosso Angelov all’ala. Qualche residua titubanza tornava ad affacciarsi sul Sant’Anna nonostante l’iniziale margine di 1-4 e 2-5 garantito da Fumagalli e Sorrentino. Pavic risaliva 6-6 approfittando di un paio di disattenzioni ospiti su servizio di Ricino che portava al pari di Angelov. Assorbito l’aggancio i biancorossi ripartivano con Ciavarella e Fumagalli, riportandosi a +4 (5-9). I padroni di casa cercano di tener viva la partita e insinuarsi tra le pieghe emotive del parziale, recuperando da 7-11 a 11-12. Ciavarella, Vajra e Fumagalli riportano le distanze nel punteggio a un più confortevole 11-15, difeso e conservato fino al 13-17. Romagnano ha un ultimo scatto d’orgoglio che lo riavvicina 16-18, ma subito dopo il Sant’Anna metteva il sigillo sulla vittoria finale con un parziale di 1-9 su servizio di Fumagalli per il conclusivo 17-25

IL TABELLINO

PAVIC ERRESSE ROMAGNANO 0
SANT’ANNA TOMCAR 3
(24-26; 16-25; 17-25)
Arbitri: Laurita, Cerchiari
ROMAGNANO: Sganzetta 1, Guala 2, Riviera 5, Ariatta 4, Turcich 7, Ricino 10, Gallo (L); Zinetti, Baccin, Borghini, Angelov 6, De Matteis 4, Silvestrini 2. All. Arpone
SANT’ANNA: Mosso 3, Fumagalli 15, Giraudo 6, Vajra 11, Sorrentino 5, Ciavarella 8, Pagano (L); Sangermano n.e., Mura, Gunetto n.e., Salvatico n.e., Tanga (L2) n.e., Carlevaris. All. Simeon