CARONNO PERTUSELLA Non basta un Sant’Anna determinato e grintoso alla sua miglior partita stagionale per fare lo sgambetto alla terza forza del girone. Per due set abbondanti i biancorossi riescono a limitare efficacemente il gioco dei varesini, che risultano costantemente in difficoltà sulle buone letture degli attaccanti biancorossi. Le vittorie delle concorrenti (Saronno ad Alba e Genova a Garlasco) però fanno scivolare il Sant’Anna per la prima volta in zona rossa. Simeon torna alla formazione di inizio stagione con Mosso in palleggio in diagonale con Fumagalli e Pagano libero. I biancorossi iniziano senza timori di sorta, reggendo il passo avversario e mantenendo la partita in equilibrio fino all’8-8. Su turno di servizio di Sorrentino, Ciavarella in attacco prendeva le misure al muro e difesa di Caronno garantendo un break che portava il Sant’Anna 8-12. Lualdi provava a scuotere i compagni riducendo le distanze sul 12-14, ma Vajra dai 9m fissava il nuovo 13-19, conservato fino al 18-25 conclusivo deciso da un servizio vincente di Mosso. L’inizio di secondo quarto faceva temere un ritorno a spartiti già noti, quando Caronno riusciva a sfruttare un servizio più incisivo, sommato a qualche errore gratuito biancorosso per portarsi 9-3. Senza farsi però prendere dall’ansia di risalire gli ospiti ricucivano il margine con pazienza: prima 9-6 con due attacchi consecutivi di Giraudo e Sorrentino, poi l’aggancio a 12 con due punti consecutivi di Vajra. Finale di set deciso con caparbietà dalle battute di Mosso e dagli attacchi di Fumagalli e Vajra. Avanti 2-0 la partita entrava in una dimensione agonisticamente ancor più combattuta e l’equilibrio rimaneva inalterato fino al 13-13. Uno strappo gialloblu (16-13) veniva subito recuperato da Sorrentino e Ciavarella, ma sul turno in battuta di Gambardella il Sant’Anna smarriva coesione e incassava il break (22-17) che decideva l’1-2, nonostante un recupero sul 24-22, riaprendo la partita. Quarto set nel quale le energie sanmauresi iniziano a calare e il lavoro in difesa e copertura fin lì molto positivo diventa poco efficace. Caronno si stacca 9-6 e 17-11 aprendo la porta al quinto tiebreak del girone di ritorno dei biancorossi su sei gare del girone di ritorno. Il fatidico quinto set ha però storia breve: Caronno si spinge 2-0 con un servizio abbastanza controverso di Lualdi, giudicato dentro dal primo arbitro Rezzonico, che porta gli ospiti a eccepire con troppa enfasi verso il giudice di gara che esibisce un cartellino rosso che porta a 3 i punti di vantaggio per i varesini. Dal 3-0 il Sant’Anna scivola 6-2 e non recupera più il margine di svantaggio nonostante Caronno vacilli in più di un caso (11-9 con muro di Ciavarella e 14-12 su errore di Lualdi in attacco).

IL TABELLINO

ETS ROSSELLA CARONNO PERTUSELLA 3
SANT’ANNA TOMCAR 2
(18-25; 22-25; 25-22; 25-17; 15-12)
Arbitri: Rezzonico, Mamprin
CARONNO PERTUSELLA: Coscione 3, Priore 14, Gambardella 14, Giampietri 12, Lualdi 17, Canzanella 7, Cerbo (L); Pietroni n.e., Maiorano n.e., Trimurti n.e., Buratti n.e., Lella 1. All. Lualdi.
SANT’ANNA: Mosso 6, Fumagalli 19, Giraudo 8, Vajra 13, Sorrentino 11, Ciavarella 18, Pagano (L); Mura, Gunetto n.e., Salvatico, Tanga (L2) n.e., Carlevaris. All. Simeon, Colombo