SAN MAURO Si arresta appena in tempo la discesa in classifica del Sant’Anna, scivolato sempre più indietro fino ai margini della zona rossa. Giusto prima che scattasse l’allarme è arrivata l’attesa reazione del gruppo e la vittoria convincente su Romagnano con un secco 3-0 che permette ai biancorossi di tirare la più classica delle “boccate d’aria fresca” e replicare al 3-0 che Genova ha inflitto a Busto (pur con qualche difficoltà, a sottolineare l’imprevedibilità di un campionato che ogni giornata regala qualche sorpresa). Dopo aver a lungo combattuto in questa prima parte di stagione con un’efficacia a muro non certamente entusiasmante i sanmauresi riescono a trovare la serata giusta per vincere la battaglia nel fondamentale (11-1), che si unisce a un più che soddisfacente 40% in attacco. Primo parziale che si sblocca quasi subito, su errore in attacco di Borghini e +3 Sant’Anna (5-2). I punti di vantaggio diventano anche 4 successivamente (12-8) quando è Sorrentino a infilzare la difesa avversaria. Con Rivera e Castano gli ospiti recuperano 13-12, fermati però da Fumagalli che rilancia il Sant’Anna da 14-12 a 17-13. Ripetutamente il Pavic cerca di chiudere il buco, ma viene sempre bloccato quando il vantaggio iniziava a ridursi intorno ai 2 punti di margine (17-15; 19-17; 21-19). Un parziale di 4-0 aperto da Vajra e chiuso da Ciavarella mette in cassaforte il primo set. Il secondo segue a grandi linee lo stesso spartito tecnico coi biancorossi ad allungare e il Pavic a rincorrere fin dal 5-3 siglato Ciavarella e allargato al +4 quando Borghini tira largo il pallone del 13-9. Due attacchi di Salvatico portano i sanmauresi a +5 (16-11), poi un ace di Giraudo dilata le distanze sul 18-12. I padroni di casa vedono forse il traguardo del 2-0 troppo vicino e abbassano la guardia permettendo alla squadra di coach Dogliero di rientrare in partita grazie alla serie dai 9m di Turcich e a Zinetti in attacco. Dopo il timeout di Simeon sul 18-16 s’interrompe la serie al servizio e il Sant’Anna può accelerare fino al 25-19 firmato Ciavarella (che mette il sigillo su tutte le azioni decisive di ogni set, inclusa quella della vittoria). Nel terzo Romagnano gira il sestetto inserendo Turcich in posto 2 e Ricino all’ala in diagonale con Castano (il più continuo tra gli ospiti). Simeon risponde con Salvatico per Fumagalli. I biancoblu si fanno più pericolosi e riescono a tenere con maggior efficacia il passo dei sanmauresi, nonostante lo strappo che porta il Sant’Anna sul 7-4. Castano riporta sotto Romagnano 10-9, successivamente Riviera impatta a 14. Fumagalli, Giraudo e Gunetto rilanciano i biancorossi sul 17-14. Uno degli ultimi tentativi di rientrare in partita degli ospiti viene bloccato sul 19-18. Vajra a muro respinge Turcich per il +4 (22-18). Ariatta tiene vive le speranze sesiane di allungare la gara (23-22), ma è sempre Ciavarella a prendersi la responsabilità del punto decisivo chiudendo 25-23.

IL TABELLINO

SANT’ANNA TOMCAR 3
PAVIC ERRESSE ROMAGNANO 0
(25-19; 25-19; 25-23)
Arbitri: Celotti, Cassone
SANT’ANNA: Carlevaris, Fumagalli 8, Giraudo 5, Vajra 11, Sorrentino 4, Ciavarella 13, Pagano (L); Sangermano n.e., Mura, Gunetto 3, Salvatico 4, Mosso. All. Simeon
ROMAGNANO: Sganzetta 1, Borghini 6, Riviera 8, Zinetti 2, Turcich 7, Castano 12, Gallo (L); Ricino 2, De Matteis, Ariatta 2, Baccin n.e., Sivestrini 2. All. Dogliero