CIRIE’ Resta precaria la situazione di classifica del Sant’Anna che non riesce a staccarsi dalle insidiose mire di Genova e Saronno, capaci di far punti sui campi di Savigliano e Novi, riducendo le distanze dai sanmauresi. Sul campo di un PVL ormai lanciato all’inseguimento dei playoff e stabilmente nelle prime tre posizioni i biancorossi non riescono a frenare gli attacchi di Caianiello e Moro, sciupando l’opportunità di dare un senso alla partita riaprendo i giochi sul 22-24 del terzo set. Non demeritano i biancorossi, ma quando i palloni iniziano a farsi pesanti, dal 18° punto in poi la tensione di dover mettere palla a terra e superare i tentacoli di Aimone e Dogliotti a muro appanna le idee degli ospiti, che iniziano a perdere terreno. Singolarmente emergono Giraudo a muro (3 su 4 di squadra) e Sorrentino in attacco (12 punti e il 45%, calando un po’ alla distanza), ma manca ancora un solido legame collettivo che tenga unite le eccellenze di volta in volta. Si parte con Sangermano al centro in diagonale con Giraudo e col Sant’Anna a cercare il primo break sul 4-7 sfruttando un errore di Arnaud. Vantaggio effimero però, subito ricucito dai muri (2) di Aimone e da un servizio di Agosti. Si viaggia di pari passo fino al 12-12. Turno dai 9m di Caianiello e la ricezione sanmaurese traballa aprendo la strada al 15-12 portato a casa da Aimone e Arnaud. Le distanze si allargano via via fino al 21-14. Rimedia in parte il Sant’Anna risalendo a -2 (23-21) con Sorrentino, Salvatico e Ciavarella, ma il -1 sfuma su errore in attacco di Salvatico. Sulla battuta larga si Sangermano si chiude il primo parziale. Decisamente scossi, gli ospiti, non hanno la forza di abbozzare reazione nel secondo set che scorre via dal 3-1 iniziale, al 7-5 successivo, fino al colpo esiziale del 15-9 (parziale di 8-2) che spegne ogni interesse sullo svolgimento successivo, fino al definitivo 25-14. La doccia ghiacciata sveglia il Sant’Anna che inizia a prendere le misure ai padroni di casa. Il break di 4-2 viene immediatamente richiuso e più volte i biancorossi cercano l’allungo, senza però consolidarlo. Da 4-6 si passa 6-6 e da 6-8 si passa 8-8. A metà parziale sembra ripetersi il copione dei precedenti set con Ciriè ad accelerare e mantenere 4 punti di vantaggio (20-16). Con il cambio di diagonale e l’innesto di Mosso e Fumagalli i biancorossi riescono nella rimonta, firmando il -1 con Fumagalli e il pareggio con Sorrentino (21-21). Dai servizi di Giraudo la chiave per arrivare a 2 set point sul 22-24. Lo spiraglio si chiude improvvisamente quando in battuta va Arnaud che pinza la ricezione ospite fuori posizione per ben due volte. Si lotta palla su palla ma ancora nei momenti caldi la frenesia gioca un brutto scherzo ai sanamauresi che con due errori consecutivi capitolano 29-27

IL TABELLINO

PVL CEREALTERRA CIRIE’ 3
SANT’ANNA TOMCAR 0
(25-21; 25-14; 29-27)
Arbitri: Olivieri, Minelli
CIRIE’: Arnaud 5, Caianiello 12, Dogliotti 8, Aimone 10, Agosti 10, F.Moro 9, Sansanelli (L); Cena n.e., Cocchia n.e., Casale n.e., Crosasso n.e., D.Moro n.e., Salza n.e. All. Gallo
SANT’ANNA: Carlevaris 2, Fumagalli 5, Giraudo 7, Sangermano 3, Sorrentino 12, Ciavarella 5, Pagano (L); Scollo n.e., Mura n.e., Gunetto 1, Salvatico 8, Tanga n.e., Mosso 2. All. Simeon, Colombo