SAN MAURO Si è chiusa con un undicesimo posto l’esperienza ai campionati nazionali Under 20 del Sant’Anna, fermati a un passo dall’obiettivo massimo della vigilia (superare gli ottavi di finale ed entrare tra le migliori otto d’Italia) da un Aversa più tenace e determinato. La manifestazione si apriva in maniera assolutamente positiva per i biancorossi che già dopo il primo giorno erano sicuri di aver raggiunto uno degi traguardi fissati alla partenza da San Mauro, vale a dire superare lo sbarramento del girone e accedere al tabellone a eliminazione diretta. Una buona fetta di qualificazione veniva conquistata con la vittoria 3-1 (25-20; 25-21; 17-25; 33-31) con Lamezia Terme. I sanmauresi iniziano sicuri e conquistano con sicurezza il 2-0 nel conto set, riuscendo ad allungare nel finale in maniera quasi identica da 16-11 a 21-17 nel primo e da 16-15 a 21-17 nel secondo. Al primo accenno di rilassamento i lametini risalivano, dimezzando il distacco grazie alla vittoria nel terzo set 17-25 e riaprivano la gara. I calabresi prendevano fiducia e continuavano la loro corsa fino al 10-16 del quarto, quando il Sant’Anna ritrovava il corretto approccio alla gara impattando a 21. Il finale era una lotta che si concludeva solo sul 33-31 portando i primi 3 punti ai biancorossi, tra i quali spiccano i 22 punti di Gunetto e i 20 di Buccoliero, che beneficiano del lavoro in ricezione (30% di perfette). La certezza della qualificazione arrivava nel pomeriggio, grazie ai primi due set vinti con Sant’Antioco, partita poi terminata 3-2 (25-19; 25-21; 23-25; 20-25; 15-5) per il Sant’Anna. Come al mattino i biancorossi incassano la reazione avversaria dopo il secondo set, ma ottengono comunque due punti fondamentali per la classifica (anche quella avulsa) iniziando di slancio il tiebreak (8-2), difendendo il margine fino al 15-5 conclusivo. Quattro giocatori finiranno in doppia cifra: Buccoliero (20 punti), Salvatico (18), Gunetto (17) e Arnaud (10). Decisiva la battaglia a muro, vinta dai biancorossi 14-6. La seconda giornata prevedeva il difficilissimo incrocio con Castellana Grotte, a qualificazione già acquisita e quindi da giocare senza eccessive pressioni. La partita si risolve con l’inevitabile 3-0 (25-18; 25-16; 25-22) a favore dei pugliesi. Importante però la capacità di reazione dei biancorossi che risalgono da un pesante svantaggio nel terzo, sfiorando il clamoroso aggancio da 11-21. La decisiva partita con Aversa metteva in mostra un Sant’Anna piuttosto impacciato e falloso (22 errori punto complessivi di cui 10 nel secondo set), che finiscono per offuscare il 54% in attacco e condizionare la partita, che vede i biancorossi rincorrere i campani in maniera costante per i primi due set. Un’ottima occasione si presenta nel terzo, quando il Sant’Anna va avanti 21-23 e 22-24, ma viene superato in volata e chiude 0-3 (19-25; 23-25; 24-26) il suo cammino, comunque da ricordare, ai nazionali.