ALBA Contro un Alba in piena risalita (22 punti nelle giornate dalla 8a alla 17a), il Sant’Anna strappa un successo al tiebreak che rinfranca il gruppo sanmaurese uscito acciaccato nel morale dalla sconfitta interna con Garlasco. I biancorossi ritrovano pericolosità nel gioco di banda spinti da un Graziana in eccellente serata (top scorer con 23 punti e ben il 51% in attacco), intenzionato a mettere la candelina sulla torta del compleanno, e da Ciavarella (16 palle a terra) che completa l’opera con il punto della vittoria in un finale che stava complicandosi. Ottimo avvio degli ospiti che riescono a doppiare Alba sul 5-10 griffato da Vajra a muro. I servizi di Miglietta uniti all’efficacia di Avalle e Morchio in attacco riportano in partita i padroni di casa (11-12). Ancora il Sant’Anna trova il guizzo per staccarsi di 5 (13-18) con Ciavarella. Alba risponde con Miglietta, Avalle e Gonella (21-21). Pagano controlla in difesa ed è Graziana che spezza l’equilibrio, calamitando tutti i palloni più caldi fino al conclusivo 23-25. La squadra di Lele Negro rientra in campo decisa a continuare a dare battaglia e conquista subito un break sul 5-1 che i sanmauresi tenteranno di richiudere, avvicinandosi 10-11 con Graziana, prima di incappare in una serie di forzature e nervosismi assortiti che spianano la strada al Mercatò che si porta a +8 (19-11). Le difficoltà a uscire dal turno in battuta di Avalle affondano il Sant’Anna che cede 25-18. In una partita ad elastico che tende a premiare chi scatta meglio alla partenza di ogni set è il Sant’Anna che nel terzo parziale prende un cospicuo vantaggio sul 2-7 con Vajra e Fumagalli (entrato per Bernardi). Una serie di errori su servizio del solito insidioso Avalle (che mette a terra 2 ace) riavvicina Alba 6-7. Giraudo sblocca gli ospiti che si allontanano 9-14 con Vajra e Ciavarella. Avalle, Crusca e Gonella riportano Alba sul 17-17. Due punti consecutivi di Morchio sembrano togliere fiato agli ospiti (22-20). Un muro di Vajra su Avalle tiene accese le ambizioni di vittoria del set (22-22), che Fumagalli e Graziana rendono concrete con il secondo 23-25 di serata per il Sant’Anna. Il quarto set vede i biancorossi inizialmente scivolare 3-1, per recuperare 5-7 con Ciavarella e Fumagalli e infine perdere decisamente la presa nella seconda parte, nella quale emerge la solidità di Gonella in prima linea per il parziale di 6-1 che porta Alba sul 17-14 (da 11-13). Le distanze aumentano fino al 24-16. Gli ospiti riescono ad annullare 3 set point ma abdicano al quarto su palla di Morchio (25-20). Tiebreak incerto fino al 4-4, poi i biancorossi su turno dai 9m di Vittone si sganciano 4-7 con Fumagalli e Ciavarella, dilatando il margine 8-12. Alba con orgoglio risale 11-12, riaprendo la partita. Giraudo inchioda il +2, poi una palla di Miglietta vista out dall’arbitro scatena le proteste del pubblico di casa e consegna tre match point agli ospiti. Perfetto innesca Miglietta e Avalle che rispondono sul campo per il 13-14. All’ultimo pallone e dopo due tentativi difesi dai padroni di casa Ciavarella infila il varco giusto e firma il 2-3.

IL TABELLINO

MERCATO’ ALBA 1

SANT’ANNA TOMCAR 3

(23-25; 25-18; 23-25; 25-20; 10-15)

Arbitri: Luigi Peccia, Roberto Russo

ALBA: Perfetto 4, Avalle 17, Morchio 12, Gonella 14, Crusca 16, Miglietta 17, Magnone (L); Altare n.e., Di Miele 1, Quaglia, Marocco n.e., Corino. All. Negro

SANT’ANNA: Vittone 2, Bernardi 2, Giraudo 9, Vajra 15, Ciavarella 16, Graziana 23, Pagano (L); Sangermano 1, Mura, Carlevaris, Robazza, Tanga (L2), Fumagalli 12. All. Simeon, Colombo