SAN MAURO Un solo set di totale blackout in una partita per il resto condotta con raziocinio e giudizio, sprecando il minimo e concedendo altrettanto agli avversari, grazie soprattutto a una prova senza sbavature di Pagano in seconda linea (56% di perfette e 75% di positive) e a una distribuzione decisamente equilibrata con Graziana, Vajra, Giraudo e Ciavarella praticamente alla stessa quota. Il Sant’Anna conquista così il suo decimo punto del 2018 in quattro gare e tiene il passo delle concorrenti, PVL e Cuneo in scia a un Saronno che non pare più così brillante come un mese fa. I biancorossi sfruttano subito un break di 3 punti garantito da un muro di Vajra per il 5-2. Acqui prova a riavvicinarsi 7-5, ma Ciavarella pochi scambi dopo firma l’allungo 14-9. Un passaggio a vuoto dei padroni di casa permetteva ad Acqui un recupero che iniziava su servizio di Perassolo e si chiudeva sul 15-15. L’equilibrio si protraeva fino al 19-19. Poi toccava a Graziana scardinare lo stallo con 3 punti consecutivi. Acqui si disuniva e chiudeva Giraudo con due ace per il 25-19. Gli acquesi iniziano contratti il secondo parziale, incassando un 4-0 che culmina con un fallo di posizione su servizio di Graziana, riavvicinandosi poco dopo sul 5-4. Fumagalli chiude il break che porta il Sant’Anna 9-4 e spiana il resto del parziale che si dipana senza ulteriori inciampi fino al 21-11 e al 24-13 arrivato grazie al secondo ace consecutivo di Mura. Tocca a Vajra mettere il sigillo sul 25-14 e sul 2-0. L’innesto di Rinaldi al centro e lo spostamento di Cottafava in banda con Castellari opposto disorienta i padroni di casa che saltano direttamente al quarto set. Acqui esonda 3-7 con muro di Rinaldi e prosegue 6-13 con muro di Perassolo. Simeon svuota allora la panchina inserendo Mura, Sangermano, Carlevaris e Bernardi in successione. Si arriva senza frenare fino al 9-20, poi arriva la risposta sanmaurese aperta da Sangermano e chiusa da Bernardi sul 18-23. Lodevole quanto tardiva, purtroppo, perché un errore in battuta di Mura sigla il 19-25 e il 2-1 nel conto set. Tornato in campo con le idee più chiare il Sant’Anna travolge da subito gli avversari con un irrimediabile 8-1, che diventa 10-2 nel volgere di poco. Separati gli avversari di 10 punti sul 15-5, Simeon dà spazio ancora ai rilievi. Questa volta sono i biancorossi a spingersi senza ostacoli fino al 20-9, rallentando solo nel finale per chiudere con Sangermano invitato da Vittone a mettere la firma sul 3-1.

 

IL TABELLINO

SANT’ANNA TOMCAR 3

NEGRINI GIOIELLI CTE ACQUI T. 1

(25-19; 25-14; 19-25; 25-16)

Arbitri: Florian Filaj, Alessandra Lasaponara

SANT’ANNA TOMCAR: Vittone 2, Fumagalli 8, Giraudo 13, Vajra 14, Ciavarella 13, Graziana 10, Pagano (L); Bernardi 3, Sangermano 2, Mura 4, Carlevaris, Robazza 1, Tanga (L2) n.e. All. Simeon

ACQUI T.: Rabezzana, Cottafava 8, Belzer 2, Perassolo 12, Graziani 4, Colombini 10, Cravera (L); Aime (L2), Rinaldi, Emontille n.e., Pusceddu, Miola 1, Castellari 7. All. Dogliero.