SAN MAURO Ritrova la vittoria il Sant’Anna dopo tre stop consecutivi, ma resta da lavorare ancora sotto il punto di vista dell’applicazione in campo e della continuità di rendimento in partita. Come avvenuto spesso nelle ultime partite dopo un primo set brillante e determinato fa seguito un secondo decisamente meno pungente, nel quale gli avversari prendono fiducia e l’inerzia della gara tende inevitabilmente a ribaltarsi. Coach Simeon ruota l’organico inserendo Tanga al posto di Pagano nella posizione di libero e Fumagalli per Bernardi in posto 2, ma nel resto della gara ci sarà spazio per quasi tutta la rosa a disposizione. Contro un’orgogliosa Albisola i biancorossi partono giocando senza eccessivi fronzoli e limitando al minimo gli errori. Dopo pochi scambi si è 6-0 su una fiammata firmata Vajra e Fumagalli. Si prosegue di fatto in discesa senza altri ostacoli da 8-1 a 11-1. Albisola fatica a elaborare una contromossa e un cambio palla dietro l’altro si arriva al 25-15 archiviato da un ace di Ciavarella. L’illusione che fosse tutto facile nell’ultima giornata in casa dedicata a “Telethon” dalla società biancorossa si spegne velocemente in avvio di secondo set. I liguri rendono fiducia sull’asse TurcoLouza, che martella ricezione e muro dei padroni di casa, obbligando il Sant’Anna a inseguire per la prima volta sul 3-5 e successivamente sul 4-9. L’ingresso di Robazza aiuta prima in ricezione e successivamente anche in attacco, variando i riferimenti dei gialloblu. In mezzo però il Sant’Anna scivola anche a -6 (9-15). Fumagalli e Giraudo rallentano la fuga ospite riportando il divario a margini più accettabili sul 15-18. Bernardi e Vajra completano l’aggancio a quota 20. Nel finale due servizi di Carlevaris permettono di arrivare a un 25-23 che fotografa l’equilibrio presente sui due lati della rete. Il buon avvio di terzo parziale (4-1 su attacco di Vajra) si spegne sul servizio ospite di Louza, che riporta in pari il punteggio (4-4). I gialloblu provano a separarsi ripetutamente, ma il vantaggio ospite non supera mai i due punti (5-7 e 12-14). I sanmauresi si riagganciano senza però riuscire a loro volta a produrre un allungo decisivo (da 9-7 a 9-9). Spezza questa altalena il parziale di 4-0 realizzato dai padroni di casa che spinge il punteggio da 16-18 a 20-18 con muro di Vittone e attacco largo di Louza. Robazza procura 4 match point (24-20), Albisola cerca di restare attaccata annullandone due (24-22), al terzo chiude Fumagalli, riportando il Sant’Anna in classifica nel gruppo delle inseguitrici della capolista imbattuta Saronno, prossimo avversario dei sanmauresi.

IL TABELLINO

SANT’ANNA TOMCAR 3

SPINNAKER ALBISOLA 0

(25-15; 25-23; 25-22)

Arbitri: Clarissa Cassone, Fabrizio Ciracì.

SANT’ANNA: Vittone 2, Fumagalli 16, Giraudo 7, Vajra 11, Ciavarella 7, Graziana 3, Tanga (L); Robazza 4, Pagano (L2)n.e., Carlevaris 2, Sangermano 1, Mura, Bernardi 3 All. Simeon, Colombo

ALBISOLA: Turco 1, Louza 17, Repossi 5, Buzzi 5, Assalino 4, Bottaro 2, Gobbi (L); Baldizzone 1, Donati n.e., Campi, Ernandes, Bisio (L2). All. Agosto